INFEZIONE GENITALE DA HPV: INTEGRAZIONE TRA SCREENING E VACCINAZIONE

I papilloma virus umani (HPV) sono una famiglia di virus estremamente diffusi, con tropismo spiccato per la cute e le mucose. La maggior parte delle infezioni da HPV è transitoria ed il virus viene generalmente eliminato dal sistema immunitario. In caso persistenza di alcuni tipi di HPV si assiste allo sviluppo di lesioni preinvasive ed invasive del distretto colpito. Infatti alcuni HPV sono stati riconosciuti come cancerogeni per l’uomo dall’International Agency for Research on Cancer (IARC) già nel 1995. I dati epidemiologici sottolineano la sua cancerogenicità relativamente a: cervice uterina, pene, vulva, vagina, ano e distretto testa-collo (orofaringe). Lo screening del carcinoma della cervice uterina, attraverso il pap test e più recentemente l’HPV test, rappresenta una pietra miliare nella prevenzione oncologica. Tuttavia l’introduzione della vaccinazione anti-HPV permetterà di ridurre ulteriormente l’incidenza del cervico-carcinoma grazie all’integrazione tra prevenzione primaria e secondaria. Infine l’estensione dal 2018 della vaccinazione anti-HPV ai maschi, in un contesto di vaccinazione universale, consentirà di prevenire la maggior parte dei tumori HPV correlati in altri distretti corporei dove la rarità delle neoplasie e la difficoltà della diagnosi precoce ostacola la prevenzione secondaria. Il corso ripercorrerà le tappe della prevenzione del cancro della cervice uterina, l’attuale centralizzazione dei servizi di screening in Regione Piemonte con un focus sul ruolo delle istituzioni e dei centri di secondo livello. Ampio spazio verrà dato alla vaccinazione universale anti HPV, ai suoi profili di prevenzione e sicurezza e alle modalità di aumentarne l’adesione.

Torino Torino

Centro Incontri Unione Indus

 


Registrazione partecipanti


Nome obbligatorio















Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


Fisso o cellulare



(Leggi qui i termini della Privacy Policy)

I campi contrassegnati con '*' sono obbligatori